GBWhatsApp è legale?

GBWhatsApp non è legale, così come non lo sono le altre MOD, come YOWhatsApp o WhatsApp Plus. Queste versioni sono sviluppate a partire dal codice della versione ufficiale senza l’autorizzazione dei suoi proprietari, poiché questi non lo hanno condiviso liberamente per permetterne l’utilizzo da parte di terzi. Quindi, ci troviamo di fronte ad una violazione della proprietà intellettuale, anche se dietro a ciò, apparentemente, non ci sono fini di lucro.

Di fatto, Facebook, azienda proprietaria di WhatsApp, ha bannato periodicamente tutti gli utenti che utilizzano MOD di questo tipo, cosa che ha costretto i “pirati” ad includere funzioni antiban negli aggiornamenti delle loro app per evitare che gli utenti rimanessero senza il servizio.

Questo è uno dei motivi per cui non possiamo trovare questa né altre MOD di WhatsApp in Google Play: non soddisfano le norme imposte dallo store ufficiale ai loro sviluppatori al momento di condividere le loro creazioni. Soprattutto, non soddisfano la norma più importante di tutte: non offrire app modificate in maniera illegale e senza l’autorizzazione dei legittimi proprietari.

Le MOD di WhatsApp sono diventate molto popolari, negli ultimi tempi, poiché hanno aggiunto molte funzioni richieste dagli utenti nell’app ufficiale e che non hanno avuto riscontro, come ad esempio la possibilità di usare due account senza dover cambiare scheda SIM, disporre di più opzioni di privacy per passare inosservati o personalizzare profondamente l’interfaccia affinché abbia l’aspetto esatto che desideriamo, con colori, font o icone personalizzati.