Signal o Telegram: differenze e confronto

Telegram o Signal. Signal o Telegram. Questo è il dilemma di molti utenti che cercano di prendere le distanze da WhatsApp. Qual è la migliore alternativa all'app di messaggistica per eccellenza? In questo confronto scoprirai cosa puoi aspettarti da ognuna, come sono simili e come differiscono.

Signal e Telegram: come sono simili

Sebbene tu possa pensare di trovarti di fronte a due applicazioni praticamente uguali, Telegram ha diverse opzioni aggiuntive che lo allontanano dalla filosofia di Signal. Quest'ultima si concentra sulla messaggistica più tradizionale ed è più simile a WhatsApp come concetto. Tuttavia, ci sono somiglianze.

Interfaccia principale e conversazioni

Nella schermata principale di entrambe le applicazioni, vedrai un elenco di chat attive. Anche le chat archiviate sono accessibili dalla pagina principale. Entrambe le applicazioni rispettano le linee di design impostate da Google e posizionano alcune delle loro azioni nella parte inferiore destra dello schermo. Da qui è anche possibile avviare il motore di ricerca.

Schermata iniziale di entrambe le applicazioniSchermata iniziale di entrambe le applicazioni

Allo stesso modo, la schermata della chat segue schemi simili. In alto ci sono i pulsanti per effettuare chiamate e videochiamate. Nel caso di Telegram, è necessario aprire il menu per accedere a queste funzioni. In basso troverai l'area di scrittura e i pulsanti per allegare altri tipi di contenuto. Immagini, video, documenti, contatti, posizione e note vocali sono accettati in entrambe le applicazioni.

Schermata delle chat con opzioni similiSchermata delle chat con opzioni simili

Pannello delle impostazioni

I rispettivi pannelli delle impostazioni di Signal e Telegram offrono opzioni molto simili. Una volta effettuato l'accesso, potrai gestire le notifiche, personalizzare il comportamento delle chat, collegare nuovi dispositivi o modulare le diverse funzioni di privacy. Troverai anche un accesso diretto al servizio di assistenza per ciascuna applicazione.

Impostazioni di Signal e TelegramImpostazioni di Signal e Telegram

Altre funzioni in comune

Inoltre, ci sono alcune funzioni condivise tra entrambe le applicazioni. Ad esempio, puoi archiviare note, file e altri contenuti eseguendo l'invio automatico. Le due applicazioni offrono una conversazione privata a cui solo tu partecipi. Allo stesso modo, Signal e Telegram sono simili nella creazione di gruppi, sebbene il limite di partecipanti della seconda sia di 200.000, molto lontano dai 1.000 consentiti dalla prima.

Conversazione privata con se stessiConversazione privata con se stessi

Signal e Telegram: come differiscono

Le differenze tra Signal e Telegram sono piuttosto notevoli. In effetti, ci sono almeno due punti salienti che dovresti conoscere.

Sicurezza e privacy

Signal è un'applicazione assolutamente impegnata nella sicurezza e nella privacy. Telegram, da parte sua, non è così sicura come alcuni credono. La principale differenza tra le due è il tipo di crittografia. Signal, per impostazione predefinita, utilizza la crittografia end-to-end. Ciò significa che le informazioni che inviamo vengono crittografate quando lasciano il nostro dispositivo e vengono decrittografate quando raggiungono il ricevitore. Con questa crittografia, non è possibile conoscere il contenuto di un messaggio in un punto intermedio del processo di trasmissione. Telegram, invece, utilizza la crittografia sul server. Quindi, può conoscere la chiave di decrittazione e accedere ai messaggi, se lo ritiene opportuno. Questo problema viene risolto utilizzando chat segrete. Tuttavia, sarebbe interessante se la crittografia end-to-end fosse attiva per impostazione predefinita.

Se parliamo di privacy, Signal utilizza un solo dato personale per funzionare: il tuo numero di telefono. Quest'informazione non è correlata a te, quindi possiamo dire che è anonima. Il suo avversario collega i tuoi dati di contatto, la tua rubrica e altri identificatori al tuo profilo. Chiaramente, entrambe le applicazioni sono molto lontane da WhatsApp, che raccoglie un'enorme quantità di informazioni. Tuttavia, Signal è ancora un ambiente più privato di Telegram.

Funzioni aggiunte

Telegram supera Signal in funzionalità aggiuntive. Ad esempio, possiamo concentrarci su canali e bot. I primi stanno diventando un modo molto pratico per tenersi al passo. Quest'ibrido tra liste broadcast e gruppi è stato persino utilizzato dalle autorità governative per diffondere informazioni di interesse per la popolazione. E quando parliamo di bot, intendiamo conversazioni intelligenti che ci forniscono risposte pratiche, traduzioni, definizioni di parole e molto altro.

Un bot e un canale di sconti su TelegramUn bot e un canale di sconti su Telegram

Infine, grazie al suo API, Telegram è riuscita a convincere diversi sviluppatori a creare client alternativi molto solvibili. Ad esempio, su Windows è disponibile Unigram, un'ottima applicazione universale con supporto completo della piattaforma. Nel caso di Signal, dovrai accontentarti, almeno per il momento, dei clienti ufficiali.

Unigram, un client alternativo di Telegram su WindowsUnigram, un client alternativo di Telegram su Windows

Insomma, Signal e Telegram hanno più differenze, o almeno differenze più importanti, che somiglianze. Quindi quale dev'essere la tua prossima app di messaggistica?

Signal o Telegram: quale preferisco

Come è diventato chiaro in questo confronto, Signal è un'applicazione di messaggistica tradizionale, focalizzata sulla privacy. Lascia da parte diverse funzioni che, in molti casi, sono superflue, concentrandosi solo sullo stabilire la comunicazione tra persone. In realtà, Signal è molto più simile a WhatsApp che a Telegram. Quest'ultima è ideale per l'informazione, per interagire con i bot e per creare grandi comunità. È uno strumento di comunicazione molto versatile e, sempre di più, si presenta come un complemento a Signal o WhatsApp, piuttosto che un'alternativa.